Blog

Abbonarsi a






Sì, ho letto e accetto le Note legali*

Eliminar el término: sindrome dell’ovaio policistico sindrome dell’ovaio policistico

Ho la sindrome dell’ovaio policistico, potrò diventare madre?

Settembre è il mese dedicato a dare visibilità alla sindrome dell’ovaio policistico (SOP), un disturbo molto comune, di cui si parla poco.

Una delle principali domande che le donne si pongono quando viene detto loro che hanno un ovaio policistico è: influirà sulla mia fertilità? Per rispondere a questa domanda, è essenziale comprendere la differenza tra la sindrome dell’ovaio policistico (SOP) e l’ovaio policistico (O.P.).

Sebbene sembrino simili, il modo in cui si manifestano non è lo stesso. Non condividono nemmeno la stessa origine. Pertanto, in questo blog, ti spiegheremo in cosa si differenziano e come possono influire sulla fertilità.

Cosa sono le ovaie policistiche?

Sono molte le donne che soffrono di ovaie policistiche e non sempre conoscono il significato di questa terminologia. In termini generali, e per spiegarlo in modo semplice, significa che nell’ovaio sono presenti molti più follicoli del normale, o, che è lo stesso, l’ovaio presenta più di otto piccoli follicoli in stato di riposo.

ovaio policistico

Come si diagnosticano le ovaie policistiche?

Si possono diagnosticare con una semplice ecografia in un controllo di routine.

Avere ovaie policistiche a volte comporta una maggior difficoltà nel raggiungere l’ovulazione e dei ritardi nei cicli mestruali. Altre volte, passano inavvertite. In questi casi, si consiglia un trattamento per indurre l’ovulazione con dei farmaci e controllare i cicli della donna di modo che la gestazione sia più facile.

Avere ovaie policistiche ostacola la riproduzione?

Nel caso dell’ovaio policistico, esso non influisce direttamente sulla fertilità. Tuttavia, può esistere qualche piccola difficoltà di ovulazione, che si risolve senza problemi, oppure, in casi meno frequenti, queste ovaie policistiche produrranno ovuli di scarsa qualità.

Quest’ultimo fatto si diagnostica, generalmente, dopo diversi tentativi falliti di concepimento e, solitamente, si consiglia un trattamento di fertilità tramite donazione di ovuli. 

Come si possono trattare le ovaie policistiche?

Generalmente, non richiedono un trattamento specifico. Seguire una dieta equilibrata, fare regolarmente esercizio e tenere sotto controllo il peso è sufficiente affinché i cicli mestruali della donna tornino alla normalità e si possa concepire in modo naturale.

Sindrome dell’ovaio policistico (SOP): In che modo differisce dalle ovaie policistiche?

Le O.P. hanno un’origine ginecologica, mentre il SOP ha un’origine endocrina (ormonale), e ciò costituisce una differenza fondamentale, dato che i trattamenti sono diversi.

Generalmente, la sindrome dell’ovaio policistico è un disturbo endocrino con i seguenti sintomi: ovaie policistiche, anovulazione (ovulazione meno frequente del normale o assente) e iperandrogenismo (aumento degli ormoni maschili, per cui queste donne hanno più peluria sul corpo, acne e altre caratteristiche maschili).

Per poterla definire SOP, è necessario che la paziente presenti almeno due di questi segni, con l’esclusione di altre patologie.

A causa dei sintomi, le donne con SOP hanno, solitamente, problemi a concepire. Inoltre, è consigliabile sottoporsi ad un trattamento ormonale che possa regolare la comparsa di peluria e la mestruazione.

 sindrome dell’ovaio policistico

Chi può essere affetto da SOP?

Secondo la Associazione Spagnola Sindrome dell’Ovaio Policistico, il 10% delle donne in Spagna è affetto da questa patologia.

Alla maggioranza delle donne viene diagnosticata la sindrome dell’ovaio policistico tra i 25 e i 35 anni, quando non riescono a concepire e consultano un medico. Tuttavia, la sindrome dell’ovaio policistico può manifestarsi a qualunque età dopo la pubertà.

Come si diagnostica la SOP?

Dato che la SOP è la patologia riproduttiva più comune nelle donne in età fertile, i nostri esperti di IVF-Spain sono soliti realizzare una serie di prove per scartare tale sindrome:

  • Anamnesi ed esame fisico: Il primo passo per la diagnosi è l’acquisizione di informazioni dalla storia clinica della paziente da parte dello specialista, nonché dei sintomi specifici.
  • Ecografia transvaginale: Questa tecnica si utilizzerà per verificare lo stato delle ovaie, nonché della cavità uterina e delle tube.
  • Analisi ormonale: Nel caso della SOP, si misurano i principali ormoni sessuali, prestando particolare attenzione al valore del testosterone ed altri androgeni, nonché a quello dell’ormone antimulleriano e dell’ormone luteinizzante.
  • Laparoscopia pelvica: Questa tecnica consiste in un intervento chirurgico per osservare lo stato delle ovaie attraverso un sistema ottico. Mediante laparoscopia è più facile esaminare l’aspetto delle ovaie per determinare se presentano segni di SOP.

L’imortanza di seguire una dieta equilibrata

Alle donne a cui è diagnosticata la SOP, si consiglia di seguire uno stile di vita sano, che preveda una dieta equilibrata. Inoltre, si deve cercare di limitare il consumo di zuccheri e carboidrati raffinati, nonché di aumentare il consumo di pesce.

Tuttavia, non esiste una dieta ideale o specifica per le donne con SOP. Semplicemente, si deve ridurre l’apporto calorico. Anche svolgere attività fisica quotidianamente o camminare è di grande aiuto per la paziente.

Come influiscono le ovaie policistiche e la Sindrome dell’Ovaio Policistico sulla fertilità di una donna?

Come abbiamo detto in precedenza, la donna affetta da ovaie policistiche può avere ripercussioni sulla sua fertilità nella misura in cui presenti delle alterazioni nell’ovulazione. In tal caso, i trattamenti saranno mirati a normalizzare i suoi cicli mestruali.

Nel caso della Sindrome dell’Ovaio Policistico, non esiste una cura definitiva, ma sì delle misure che lo specialista può adottare, come l’uso di contraccettivi o farmaci per il diabete, che aiuteranno la paziente a migliorare le sue possibilità di gestazione.

Ogni caso è unico e, talvolta, può succedere che sia per la donna affetta da ovaie policistiche, sia per quella affetta da sindrome dell’ovaio politicistico, sia necessario un trattamento di fertilità come l’Inseminazione Artificiale  o la Fecondazione in Vitro.

L’essenziale è ricevere sempre una consulenza personalizzata sul tuo caso.  Compila il seguente formulario e conoscerai la nostra equipe medica, che ti guiderà nel percorso da seguire per ottenere una diagnosi completa e precisa, chiave del successo di qualunque trattamento di fertilità.

Articolo supervisionato dall’equipe medica della clinica IVF-Spain