Blog

endometriosi e gravidanza

Endometriosi e gravidanza: potrò avere figli?

Sapevi che l’endometriosi e la fertilità possono essere correlate? È una delle cause per cui una donna non può rimanere incinta.

L’insopportabile dolore mestruale che molte donne soffrono è una malattia silenziosa che nel 30-50% dei casi può provocare infertilità. Abbiamo parlato con gli specialisti della fertilità dell’IVF-Life riguardo l’endometriosi e la gravidanza.

Cominciamo dall’inizio, cos’è l’endometriosi?

L’endometriosi è una malattia benigna cronica relativamente frequente, che, secondo gli esperti in ginecologia, interessa circa il 15% delle donne in età fertile.

Consiste nell’apparizione di tessuto endometriale fuori dall’utero ed è una delle cause per cui una donna non può rimanere incinta.

Ci sono vari stadi di endometriosi: minima, lieve, moderata e severa, in Riproduzione Assistita che conosciamo rispettivamente come stadio I, II, III, IV.

Nel primo stadio esiste aderenze e impianti superficiali del tessuto endometriale nell’ovaio. Nell’ultimo, gli impianti sono profondi e gli endometriomi occupano gran parte dell’ovaio. In molte occasioni le aderenze vanno oltre l’apparato riproduttivo.

Il sintomo principale è il dolore, specialmente durante le mestruazioni. Anche se non esiste ancora una cura, esistono diversi trattamenti per diminuire i sintomi, da quelli analgesici a quelli chirurgici. Inoltre, è molto importante sottolineare che le donne che ne soffrono possono avere problemi di fertilità.

 

Endometriosi

Quali sono le cause?

Uno dei principali problemi dell’endometriosi è che le cause che la producono sono sconosciute. Le lesioni e la sintomatologia che presentano le pazienti che soffrono di endometriosi sono trattabili e, a volte, si riesce a fare in modo che spariscano.

Nonostante ciò, è impossibile determinare l’origine della malattia e quindi è possibile che si verifichino nuove lesioni, incluso in maniera in modo ripetuto.

Vi sono varie teorie che cercano di spiegare le cause dell’endometriosi:

  1. Mestruazione retrograda: fondamentale per spiegare la patologia nei casi di malformazioni uterine. Secondo questa teoria, frammenti di endometrio provenienti dalle mestruazioni arriverebbero fino al peritoneo e alle ovaie attraverso le tube. Questi frammenti riuscirebbero ad impiantarsi nello stesso tessuto, generando endometriosi.
  2. Metaplasia celomica: tessuti provenienti da zone peritoneali si trasformano in tessuto endometriale, in luoghi dove non dovrebbe.
  3. Immunologica: i problemi a livello del sistema immunologico sarebbero responsabili di far sì che piccoli fuochi endometriali che appaiano in diversi tessuti siano tollerati e si generi endometriosi clinica o subclinica.

Anche se queste sono le teorie che parlano delle cause più frequenti per cui 170 milioni di donne in tutto il mondo soffrono di endometriosi, attualmente la ricerca sull’endometriosi continua a progredire.

In Italia è stata fondata la Associazione Italiana Endometriosi, un’associazione creata da donne che sono state colpite da endometriosi in tutta la Italia, e che dà voce alla malattia. Come specialisti della fertilità, dobbiamo sensibilizzare la società sulla salute delle donne: la mestruazione non deve causare incapacità e se è così, è un problema.

Perché l’endometriosi può difficoltare la riuscita di una gravidanza?

Come sai già, l’endometriosi si verifica quando il tessuto che ricopre l’interno dell’utero cresce al di fuori dello stesso. Tra il 30-50% dei casi di endometriosi causano infertilità, cioè, la ricerca della gravidanza “convenzionale” si complica.  

In termini di Medicina Riproduttiva, infertilità ed endometriosi vanno passo passo in molte occasioni. La malattia può colpire in diversi modi:

  • Cicatrici nelle tube di Falloppio o nelle ovaie
  • Tossicità sugli spermatozoi e sull’ovulo
  • Alterazioni endometriali che interessano l’impianto dell’embrione
  • Disturbi endocrini che riducono la qualità dell’ovulazione.

Come si diagnostica l’endometriosi?

La diagnosi non è semplice. In media, gli specialisti impiegano 8 anni per diagnosticare la malattia. Per questo motivo alla IVF-Life dobbiamo avvisare dell’importanza di realizzare uno studio previo della fertilità femminile se si vuole diventare madre.

In generale, la diagnosi definitiva si conferma con l’ecografia vaginale e, nei casi di endometriosi severa, mediante laparoscopia, esame leggermente invasivo con cui si possono riconoscere cisti (chiamate anche endometriomi o cisti di cioccolato) o presenza di aderenze pelviche.

Esiste, inoltre, un esame del sangue per analizzare i livelli di proteina Ca125. Un marcatore tumorale che può essere elevato in alcuni casi di cancro e in altre malattie, come l’endometriosi di primo e secondo stadio. Non si considera rilevante per diagnosticare l’endometriosi, i valori possono essere alterati dalla presenza di miomi, cancro ovarico o dalla stessa mestruazione.

Come curare l’endometriosi se voglio rimanere incinta?

Anche se il sintomo più frequente è il dolore mestruale, generalmente durante la mestruazione, non è sempre così. I sintomi a volte sono confusi, o incluso non si manifesta dolore, come nel caso delle donne asintomatiche. Altri sintomi non ginecologici possono essere i dolori addominali, dolori alla schiena, dolori al momento di urinare.

I professionisti inizialmente, indicano cure mediche meno invasive rispetto alla chirurgia. Secondo il grado di endometriosi che soffre la donna e l’idea di rimanere incinta, si può cominciare:

  • Trattamento con analgesici
  • Contracettivi
  • Altre terapie ormonali e non ormonali.

In ogni caso, tutti i trattamenti permettono di migliorare i sintomi di molte pazienti. In questo modo, si può vedere l’evolversi della malattia e prendere decisioni, dopo aver analizzato la risposta al trattamento.

Dall’altro lato, la chirurgia è diretta a donne che non rispondono al trattamento iniziale o donne che già sono state colpite in altri organi.

È possibile che lo specialista di fertilità raccomandi realizzare una laparoscopia prima di cominciare il trattamento in modo da migliorare le probabilità di gravidanza con endometriosi.

Infine, non dobbiamo dimenticare l’impatto psicologico che questa malattia comporta. La qualità della vita di molte donne con endometriosi è segnata da depressione e ansia che causa il dolore pelvico.

La mancanza di conoscenze e la stessa società che non sa di cosa realmente soffre una donna con endometriosi, alcune volte arriva perfino a diventare infertilità.

Quali tecniche riproduttive possono realizzare le donne con endometriosi?

A seconda dello stadio della malattia, le tecniche di riproduzione assistita possono essere la soluzione per raggiungere la gravidanza.

Uno dei trattamenti di riproduzione assistita con migliori risultati per pazienti con endometriosi è la Fecondazione In vitro ossia una FIV convenzionale o una ICSI. Può anche essere adeguata quando non si è raggiunto il successo con l’Inseminazione Artificiale.

Tuttavia, dobbiamo sottolineare che la chirurgia può danneggiare il tessuto sano e provocare un peggioramento della causa di infertilità, in questi casi si può far ricorso alla ovodonazione. 

Endometriosi e Gravidanza

La gravidanza migliora i sintomi dell’endometriosi perché non esiste ciclo mestruale durante la gestazione, dato che non si ha la secrezione ormonale che regola l’ovulazione. In questo senso le ovaie non producono estrogeni e gli ormoni che favoriscono la crescita e lo sviluppo della placca endometriali si mantengono a riposo.

Dato che l’endometriosi è una malattia progressiva che interessa la fertilità della donna, come specialisti raccomandiamo di preservare la fertilità e avere la gravidanza quando la paziente lo desideri.

La vetrificazione di ovociti permette di avere una gestazione più in là nel tempo, anche se l’endometriosi  è aumentata e ha interessato la riserva ovarica, la paziente potrà conservare i suoi ovuli fertili del momento in cui viene diagnosticata l’endometriosi lieve o moderata.

L’importanza di riconoscere la malattia

È molto frequente la diagnosi della malattia nelle donne che si rivolgono alle nostre cliniche di fertilità con problemi legati alle difficoltà di riuscire a rimanere incinta.

Nonostante questo è possibile riuscire ad ottenere la gravidanza con endometriosi. Lidia, una delle nostre pazienti di Alicante, è riuscita a realizzare il suo sogno di formare una famiglia, grazie a una FIV dopo essere stata operata per endometriosi severa.

Se vuoi formare una famiglia e non sai perché la gravidanza non arriva, potrebbe essere a causa di una malattia quale l’endometriosi. Non avere dubbi e contattaci per avere una diagnosi del tuo caso con uno dei nostri specialisti in Ginecologia e Fertilità qui.