Domande frequenti

Domande frequenti IVF-Spagna

TRATTAMENTI

Sì. Il nostro team internazionale di assistenza ai pazienti, così come il nostro team medico, oltre allo spagnolo, parla inglese, tedesco, francese, olandese, italiano e russo.

Per rispondere in dettaglio a questa domanda, Vi consigliamo di leggere la nostra sezione “Step by step”. (Passo dopo Passo)

Il nostro team di assistenza ai pazienti aiuta nella preparazione di viaggi ad Alicante. Per ogni soggiorno, organizziamo un transfer in taxi gratuito dall’aeroporto o dall’hotel. Inoltre, abbiamo accordi con hotel e appartamenti vicino alla clinica. In ogni caso, le assistenti chiederanno i dettagli del viaggio dei pazienti per una migliore gestione del loro trattamento.

No. Chiediamo ai pazienti di fornirci alcune date o un periodo di disponibilità. È molto probabile che saremo in grado di dare un appuntamento in una di queste opzioni.

Ogni paziente, e anche il suo partner, deve eseguire un’analisi sierologica (HIV, epatite B e C, sifilide) in un laboratorio accreditato spagnolo. Questi risultati devono essere effettuati meno di 3 mesi prima del giorno del trasferimento dell’embrione.

Oltre a questo test obbligatorio, è probabile che il medico chieda ai pazienti ulteriori risultati del test in base alla loro storia medica. Tutto può essere fatto a casa prima di venire in Spagna, o direttamente in clinica.

Ogni caso è diverso e i pazienti dovrebbero discuterne con il proprio medico. Tuttavia, in IVF-Spain, si consiglia di non avere un BMI superiore a 30.

AMH è l’ormone antimuleriano (AMH) che le donne producono naturalmente nei loro follicoli ovarici. Nel campo della fertilità è un indicatore importante del livello di riserva ovarica.

No. In Spagna la donazione di gameti è anonima per legge, sia per gli ovociti che per il seme. In caso di necessità di seme di donatore, i pazienti compilano un modulo con domande sul loro fenotipo (caratteristiche fisiche) e ci inviano una foto. I nostri embriologi sono responsabili della ricerca del donatore corrispondente a ciascun paziente.

Sì. Alla IVF-Spagna offriamo un trattamento personalizzato in base alle esigenze di ciascun paziente. Di solito chiediamo loro di venire per la prima visita conoscendo ormai quando potrebbero tornare per la finestra del trattamento in modo che il loro medico possa coordinare la loro stimolazione o la stimolazione del donatore secondo i loro piani.

Non esiste un limite di età stabilito. Per la paziente, la possibilità di sottoporsi a un trattamento di fecondazione in vitro dipende principalmente dai loro valori ormonali e dai risultati delle ecografie, tra gli altri fattori. Ecco perché insistiamo così tanto sull’importanza della prima visita.

Lo stesso giorno del trasferimento, l’assistante o l’infermiera di ciascun paziente fornirà per iscritto tutte le indicazioni mediche corrispondenti al suo caso.

Tuttavia, come regola generale, i pazienti possono condurre una vita normale tenendo conto di quanto segue:

  • Astenersi dal fare sesso fino a quando non si esegue il test di gravidanza.
  • Evitare gli sforzi fisici
  • Evitare bagni molto caldi, saune o immersioni per evitare il rischio di infezione.

È importante ricordare che la vetrificazione è obbligatoria se vengono prodotti più embrioni di quanti possano essere trasferiti. Una volta vetrificati, vengono tenuti in clinica fino a quando i pazienti non firmano espressamente il contrario.

Sì, dopo il trasferimento dell’embrione il paziente può volare o viaggiare in auto o in treno senza problemi. Il viaggio non avrà alcun effetto negativo sul trasferimento di embrioni o su una futura gravidanza.

La clinica segue i pazienti fino alla 12a settimana di gravidanza fornendo indicazioni sui farmaci in base ai risultati degli esami del sangue e degli ultrasuoni. Inoltre, rispondiamo a qualsiasi domanda la paziente possa avere durante questo periodo. Ma, oltre al primo trimestre, ci piace sempre ricevere notizie dai nostri pazienti e dalla loro nuova famiglia.

In caso di risultato negativo, i pazienti devono informare immediatamente l’assistente in modo che possano indicare le fasi da seguire per quanto riguarda i farmaci. Quindi, ogni caso viene esaminato dal nostro comitato medico che si riunisce settimanalmente e decide sulle possibili opzioni di trattamento, sulla base dei protocolli sopra indicati. Questa decisione viene comunicata ai pazienti che aiutiamo a gestire il passaggio che segue

DONAZIONE DI OVULI

No, non esiste una lista d’attesa per i trattamenti con donatori. Alicante è una città molto cosmopolita, con due grandi università e oltre 40.000 studenti spagnoli e stranieri, studenti Erasmus +, studenti di medicina, ecc. Pertanto, il gruppo di donatori risponde a una vasta gamma di caratteristiche fisiche, che ci consente di trovare facilmente un donatore per ciascun paziente.

Poiché la donazione di ovuli è anonima in Spagna, la selezione dei candidati ideali è responsabilità del comitato medico della clinica. La banca donatrice di IVF-Spain ha più di 500 donatori. In genere, tra 3 e 5 donatori corrispondono ai requisiti specifici.

Secondo la legislazione attuale, tutti i donatori devono sottoporsi a varie analisi (sierologie, farmaci …) e ad un esame fisico, ginecologico e psicologico. Inoltre, nella IVF-Spain tutti i nostri donatori vengono sottomessi a uno studio genetico, controllando se portano o meno malattie o mutazioni genetiche.

Ricordiamo che, in Spagna, la donazione di gameti è anonima e protetta dalla legge. La IVF-Spain può solo rivelare ai pazienti il ​​gruppo sanguigno del donatore e la loro età. Niente di più. L’età verrà rivelata durante la dodicesima settimana di gravidanza e il gruppo sanguigno verrà rivelato dopo il parto.

In Spagna, i donatori possono avere tra 18 e 35 anni. Tuttavia, nella IVF-Spain, la maggior parte dei nostri donatori ha meno di 30 anni. Garantiamo la qualità ottimale degli ovociti.

Normalmente circa 6-8 settimane tra la prima visita e il trasferimento dell’embrione. Tuttavia, molte circostanze influenzano la durata totale di un trattamento. Ad esempio, in casi di pazienti che desiderano date specifiche durante l’anno per il trasferimento, o nel caso di aver bisogno di fare una biopsia endometriale o un PGS che includa un altro ciclo di trattamento, ecc.

No. A differenza di altre cliniche di riproduzione assistita, in IVF-Spain garantiamo embrioni, il 3º o il 5º giorno (blastocisti) a seconda del trattamento scelto. In altre parole, garantiamo ai nostri pazienti un trasferimento embrionale. Una garanzia di ovociti, non importa quanti, non garantisce la fecondazione. È molto importante quando si inizia un trattamento per la fertilità.

Sì, L’età massima per la madre ricevente è di 49 anni. Tuttavia, è il team della IVF-Spain che prende la decisione finale.